Storia

La FBM (Franco Baglioni Motori) nasce con lo scopo di concretizzare un’idea nata nel lontano 1990 da due appassionati di minimoto come Franco Baglioni e Vittoriano Orazi.

Vittoriano Orazi è stato il fondatore della Vittorazi racing nonché il primo a far conoscere in Italia le minimoto cioè quel piccolo veicolo a due ruote mosso da un motore di derivazione industriale; in pochi anni questa idea si è trasformata in una vera disciplina e per molti è stata, lo è e sarà una scuola per muovere i primi passi sulle due ruote; molti campioni di oggi hanno cavalcato le mitiche Vittorazi.



Franco Baglioni ha dedicato la propria vita alla meccanica, dipendente per quaranta anni come tecnico specializzato di compressori di alta pressione (3000 bar) e appassionato di moto fin da ragazzo, muove negli anni ’60 i primi passi nelle elaborazioni sul mitico Motom 50 sport e instaura fin dai primi anni ‘90 una collaborazione sempre più stretta con la Vittorazi; dopo la creazione della frizione a disco, il motore a due tempi con alimentazione a disco rotante nasce il desiderio di progettare un motore quattro tempi interamente studiato per essere installato sulle minimoto e così la sfida ben presto si concretizza con la presentazione al Motor Show di Bologna (1992) del primo prototipo quattro tempi bi-albero.

 

 


Purtroppo alcune vicissitudini spiacevoli tra cui la scomparsa di Vittoriano hanno congelato questo progetto per alcuni anni, ma grazie alla caparbietà di Franco la PETRA 805 quattro tempi ha debuttato in pista nel 2005 con Cresci Marco il primo pilota a credere in questo progetto ed è grazie anche al suo contributo che i modelli attuali risentono delle modifiche apportate.

 

 

La FBM ringrazia tutti gli amici, gli appassionati e le persone che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto e dedica a Vittoriano tutto ciò, come simbolo di un’amicizia che rimarrà sempre impressa nel cuore.